Equilibrium B117 Pan English Version

Equilibrium B117 Aura-Soma Italia

Equilibrium B117 Pan Aura Soma Italia

 

 

 

Dear friend

We are delighted to share this news from Mike and Aura-Soma Products Limited with you.

With Love and Light, The Academy Team

Pan

B117 – Turquoise / Red – Born 11th November, 2019 at 11:11am GMT

I’m excited for the birth of our new bottle and it feels like another really important step in the evolution of the system. Turquoise/Red and called Pan, almost the expression of the consort to Queen Mab, a wonderful moment in time (11/11), there’s so many openings for us, doorways to levels of being as the 11 is always a doorway.

When this bottle comes to be it comes through an open door predicting and inspiring us towards that which is to come.

The spirit in nature revealed in a dynamic form, the spirit of nature that is contained in all trees, plants, crystals, gems, and within ourselves; in fact the spirit of nature wherever it may exist. The Turquoise is always the creative force as its principal aspect as well as an expression of the journey; it seems to me when it is linked with the Red that that creative force really comes to Earth. That we may manifest a creativity, that we may come to understand our thoughts and feelings, our Being and how they shape our own reality. In a way it’s a bottle that I feel is going to help each of us in taking responsibility for our inner journey, in a way that goes beyond projections or transference. The Turquoise we also think strongly of in relation to the journey of individuation and as more consciousness waves become available to us in the light grid upon the earth, it’s as though we can become grounded and can do so in a way that has been previously less available. Activation by the elders that’s necessary for the being of the Earth to support us individually and collectively in the journey towards ourselves.

Because of the obvious and profound connection with Queen Mab I wanted to quote the ‘Hymn of Pan‘ by Percy Byshe Shelley:

From the forests and highlands

We come, we come;

From the river-girt islands,

Where loud waves are dumb

Listening to my sweet pipings.

The wind in the reeds and the rushes,

The bees on the bells of thyme,

The birds on the myrtle bushes,

The cicale above in the lime,

And the lizards below in the grass,

Were as silent as ever old Tmolus was,

Listening to my sweet pipings.

Liquid Peneus was flowing,

And all dark Tempe lay

In Pelion’s shadow, outgrowing

The light of the dying day,

Speeded by my sweet pipings.

The Sileni, and Sylvans, and Fauns,

And the Nymphs of the woods and the waves,

To the edge of the moist river-lawns,

And the brink of the dewy caves,

And all that did then attend and follow,

Were silent with love, as you now, Apollo,

With envy of my sweet pipings.

I sang of the dancing stars,

I sang of the daedal Earth,

And of Heaven, and the giant wars,

And Love, and Death, and Birth-

And then I chang’d my pipings,

Singing how down the vale of Maenalus

I pursu’d a maiden and clasp’d a reed.

Gods and men, we are all deluded thus!

It breaks in our bosom and then we bleed.

All wept, as I think both ye now would,

If envy or age had not frozen your blood,

At the sorrow of my sweet pipings.

In his poem Shelley writes of a musical contest between Pan and Apollo. In the Greek Mythology, where Apollo is the god of music, Pan was attributed as the god of rustic music, of nature, of the wild, of shepherds and of mountains – his creativity comes from his senses. This expression of the beauty in nature and using the senses to feel rather than relying on the intellect is further expressed within Pan’s pipes. In the tale from Ovid’s ‘Metamorphoses‘ the pipes are created when Pan attempts to hold the nymph Syrinx only to discover that he is clasping reeds. Syrinx’s beauty has continued from herself as a nymph to her reed-form, it is this existential inner beauty Pan finds irresistible – she is no longer thinking or feeling – with Pan she has truly become.

Half man, half goat Pan is also very often associated with sex, often seen with a phallus. As we look at the red in the base fraction this sexual energy or kundalini energy cannot be denied.

Red energy is often associated with rage and it’s interesting that the word Panic comes from Pans rage when he was woken from his afternoon sleep. This awakening from slumber, the awakening from the dream, the awakening from another state of being can often be accompanied by a sense of rage, a sense of anger, a sense of being not oneself, for truly if it is that we begin to awaken then we face the unfamiliar, the void or emptiness. This combination really brings us to a different sort of awareness, the awareness that really has the potential of awakening.

Baruch Spinoza, a 17th Century philosopher published many works theorising on the divine in all nature, many would call him the father of pantheism. This spirit in nature is also something to be revered, something to be acknowledged and in our time the necessity for it to be resurrected. Queen Mab and Pan really call upon us in this re-evaluation.

Today, Mercury will pass directly in front of the sun, it will take five and a half hours to cross the face of the sun, Mercury is 1/194th the diameter of the sun so a telescope with a solar filter will be required to see it, weather permitting. The last time Mercury crossed the sun was May, 2016 and before that in 2006. Mercury transits happen 13 times per century on average.

Mercury is the key signifier for our communication, similarly reflective in the Turquoise, upper fraction of Pan, along with analytical abilities and intellect and the energy to express it coming from the Red. This is the bottle that might help us to express the deeper levels of our feelings from the depth of ourselves.

We come to a time when in Aura-Soma we are really putting an emphasis in relation to social and media communications, the energy that is necessary for Aura-Soma to be more visible and less niche in the world. The way this translates itself in this bottle is only too apparent. It’s a wonderful opportunity for the community of Aura-Soma to have an understanding of the system and its unfoldment to really come together to utilise the opportunity that the company has invested in, in relation to the portal, the website, the opportunity to bring our energies together to help to fulfil the vision and the support of humanity in the awakening journey at this point in time. In a way it’s a precursor for events, beginning in 2020 so one of the doorways is also for the next few months, reflection, growth, inspiration, creativity being grounded in daily life. The test of that doorway 11/7 shows us every time a door opens we might have to face something unexpected, something unfamiliar and the uncomfortable nature where our faith is tested. There is an Essene connection of the 11, the chain of flowers being tested as to what’s true and what needs re-evaluation. As it comes together as a 9 via the 18 then also it reminds us of the potential of awakening that began in the hybridisation that began in ancient Egypt and gave us the opportunity to awaken the snake within ourselves as part of the heart within the heart of the 9, this creative force ever present through world culture from the earliest beginnings from the earliest times up to the present day. To follow the light within. Something that I also wish to share is that this bottle might also help to protect us from frequencies of manipulation if we really work with it with our appropriate intentions.

With Love and Light

Aura-Soma Italia

Equilibrium 117 Pan Aura-Soma

Equilibrium B117 Aura-Soma Italia

Equilibrium B117 Pan Aura Soma Italia

Clicca qui per visualizzare descrizione originale in Inglese

Equilibrium 117 Pan

Primi Pensieri – 11 Novembre 2019

Sono eccitato dalla nascita della nostra nuova bottiglia che sembra essere un altro passo veramente importante nella evoluzione del Sistema. Turchese / Rosso e di nome Pan, quasi l’espressione del consorte della Regina Mab, un bellissimo momento nel tempo (11/11), ci sono così tante aperture per noi, porte a livelli dell’essere poiché l’11 è sempre una porta.
Quando questa bottiglia diviene in essere arriva attraverso una porta aperta che ci annuncia e ci ispira quello che verrà.

Lo spirito nella natura rivelato in una forma dinamica, lo spirito di quello che è contenuto in tutti gli alberi, piante, cristalli, gemme, e dentro di noi; di fatto lo spirito della natura ovunque possa esistere. Il Turchese ha sempre la forza creativa come suo aspetto principale e come pure una espressione del viaggio; mi sembra quando è collegato al Rosso che quella forza creativa veramente arrivi in Terra. Così da poter manifestare una creatività, da poter arrivare alla comprensione dei nostri pensieri e sentimenti, del nostro Essere e di come essi influenzino la nostra realtà. Da una parte sento essere una bottiglia che aiuterà ciascuno di noi a prendersi la responsabilità del nostro viaggio interiore, in un modo che va al di là del proiettare o trasferire. C’è una forte associazione del Turchese anche in relazione al viaggio di Individuazione e come più onde di consapevolezza si rendono disponibili a noi nella griglia di luce sulla terra, noi possiamo divenire radicati e possiamo farlo in un modo che prima non era così accessibile. Attivazione da parte degli antenati che è necessaria all’essere della Terra per supportarci individualmente e collettivamente nel viaggio verso noi stessi.
Proprio per l’ovvia e profonda connessione con la Regina Mab voglio fare una citazione tratta
dall’ ”Inno di Pan“ di Percy Byshe Shelley:

  1. Dalle foreste e dalle regioni tra le montagne noi arriviamo, arriviamo dalle isole cinte dai fiumi, dove le rumorose onde ammutoliscono nell’ascoltare i miei soavi zufoli.

Il vento tra le canne e i vimini, gl’insetti sopra le campanule del timo, gli uccelli sui cespugli di mortelle, le cicale lassù sul tiglio, e le lucertole laggiù tra l’erbe, rimanevano muti come mai era stato muto il vecchio Tmolo, tutti intenti ad ascoltare i miei dolci zufoli.

2.  Il liquido Peneo scorreva, e tutto l’oscuro Tempio giaceva nell’ombra di Pelione, innalzantesi nella luce del giorno morente che s’affrettava al suono dei miei dolci zufoli.
I Sileni, i Silvani, i Fauni, e le Ninfe dei boschi e delle onde, sulle sponde degli umidicci prati accanto al fiume, e sull’orlo delle rugiadose grotte, e tutti quelli che ci accompagnano e ci seguono,
erano muti, come, te, Apollo, invidioso dei miei dolci zufoli.

3.  Cantai delle stelle danzanti, cantai della dedalea Terra, e del Cielo – e delle guerre tra i giganti, dell’Amore, della Morte, dell’Origine, e poi cambiai il ritmo, e cantai di come lungo la valle di Menelao
inseguii una fanciulla e mi persi in un canneto.
Dei e uomini, siamo tutti così illusi! – L’amore irrompe nel nostro petto e sanguiniamo a causa sua: piangiamo insieme, come se l’invidia e l’età non avessero ancora gelato il sangue,
nell’armonia di dolore dei miei dolci zufoli.

In questa poesia Shelley parla di una gara musicale tra Pan e Apollo. Per i Greci Apollo è il Dio della Musica, mentre al Dio Pan era attribuita la musica rustica della natura, delle cose selvagge, dei pastori e delle montagne- la sua creatività arriva dai suoi sensi. Questo modo di esprimere la bellezza della Natura e di usare i sensi per sentire piuttosto che basarsi sull’intelletto è espresso ulteriormente dal flauto di Pan.
Nel racconto tratto dalle “Metamorfosi” di Ovidio il flauto viene creato quando Pan cerca di trattenere la ninfa Siringa solo per scoprire che sta afferrando delle canne. La bellezza di Siringa continua dalla sua forma di ninfa a quella di canna, ed è questa bellezza interiore della esistenza che Pan trova irresistibile- lei non è più pensiero o sentimento-con Pan lei è divenuta veramente essere.
Mezzo uomo, mezza capra Pan è anche spesso associato con la sessualità, ed è spesso visto con un fallo. Come guardiamo al rosso nella frazione di base questa energia sessuale o energia della Kundalini non può essere negata.
L’energia rossa è spesso associate alla rabbia ed è interessante che la parola Panico derivi dalla rabbia di Pan quando venne svegliato dal suo sonno pomeridiano. Questo risveglio dal torpore, il risveglio dal sogno, il risveglio da un altro stato dell’essere può spesso essere accompagnato da un senso di furia, di rabbia, un senso di non essere sé stessi poiché in realtà noi cominciamo a risvegliarci quando incontriamo quello che non ci è familiare, il vuoto e ciò che è caduco, questa combinazione ci porta ad uno stato diverso di consapevolezza, quella consapevolezza che ha veramente il potenziale del risveglio.
Baruch Spinoza, un filosofo del diciassettesimo secolo pubblicò molte opere in cui teorizzava il divino in tutta la natura, molti lo chiamerebbero il padre del Panteismo, Questo spirito nella natura è anche qualche cosa verso cui avere della riverenza, qualcosa che deve essere riconosciuto e nel nostro tempo la necessità che venga resuscitato. Queen Mab e Pan realmente ci chiamano a questa rivalutazione.
Oggi Mercurio passerà direttamente davanti al nostro sole, impiegherà 5 ore e mezza per attraversare il volto del sole, Mercurio è 1/194 del diametro del sole e per vederlo c’è bisogno di un telescopio con filtro solare, tempo permettendo.
Mercurio è la chiave che ci parla della nostra comunicazione, riflessa in modo similare nel Turchese, frazione superiore di Pan, insieme alle abilità analitiche e dell’intelletto e l’energia di esprimerle che ci viene dal Rosso.
Questa è la bottiglia che potrebbe aiutarci a esprimere i livelli più intensi del nostro sentire dalle nostre profondità.
E’il momento in cui in Aura-Soma stiamo realmente mettendo molta enfasi sulla comunicazione che passa attraverso i media e i social, quell’energia che è necessaria così che Aura-Soma sia più visibile e meno di nicchia nel mondo. Il modo in cui questo viene tradotto nella bottiglia è anche troppo evidente. E una splendida opportunità per la comunità di Aura-Soma di avere una comprensione del Sistema e di come si stia sviluppando per realmente unirsi e utilizzare l’opportunità su cui la compagnia ha investito, in relazione al portale, la rete, l’opportunità di portare insieme la nostra energia per aiutare a realizzare la visione e il supporto della umanità nel viaggio di risveglio in questo momento del tempo. In qualche modo precorre gli eventi, che inizieranno nel 2020, così una delle porte è anche per i prossimi mesi, per radicare nella vita di ogni giorno riflessione, crescita, ispirazione, creatività. Il test di quel portale 11/7 ci mostra che ogni volta che una porta si apre potremmo doverci confrontare con qualcosa di inaspettato, qualcosa che non ci è familiare, di natura scomoda dove la nostra fede è messa alla prova. C’è una connessione Essena con l’11, un test sulla Catena dei Fiori in relazione a ciò che è vero e ciò che ha bisogno di una rivalutazione. Poichè da un 9 attraverso il 18 ci ricorda anche del potenziale del risveglio che iniziò con l’ibridizzazione cominciata nell’Antico Egitto e ci ha dato l’opportunità di svegliare il serpente dentro di noi come parte del cuore dentro al cuore della 9, questa forza creativa sempre presente in tutte le culture del mondo, dagli inizi del tempo fino al presente. Seguire la luce dentro di noi. Qualcosa che desidero anche condividere è che questa bottiglia può aiutarci a proteggerci da frequenze manipolatrici se realmente la usiamo con le appropriate intenzioni.

Equilibrium 117 Pan

Aura-Soma Italia